A ogni riso il suo cuociriso

Il cuociriso è una speciale pentola concepita per la cottura perfetta del riso. Detto così, potrebbe sembrare riduttivo, ma vi siete mai chiesti quanti tipi di riso esistono? Non si tratta soltanto di un banale riso in bianco, ma a parte il fatto che questa pentola è un vero food processor impiegato anche per la preparazione di altri tipi di pietanze, anche se fosse deputata alla sola cottura del riso avrebbe un bel da fare, considerate le tante tipologie di questo amatissimo cereale. In base al tipo di riso che si vuole cucinare, si otterranno piatti diversi e sfiziosi, con risultati diversi e variabili fantasiose. Non potendo sempre sapere la resa finale, soprattutto se si vuole sperimentare con il cuociriso e non limitarsi al solito riso, si consiglia di sperimentare piatti diversi per diventare dei super esperti di questa nicchia culinaria che abbina gusto e salute, avendo a che fare con uno degli alimenti più salutari che possa finire sulle nostre tavole.

Facendo vari test, si avrà modo di capire meglio i tempi di cottura, da riso a riso, e le modalità per ottenere il meglio dal nostro cuociriso. Una volta appreso qualche trucchetto saremo imbattibile ai fornelli, senza più perdere tempo, ma limitandoci ad impartire i giusti comandi alla pentola, che è pensata per lavorare in automatico e in piena autonomia. Soltanto attenendosi alla classificazione nazionale delle varietà di tipo esistenti, si ha questa mappatura di risi diversi: riso fino, caratterizzato da chicchi allungati con tempi di cottura fra i 14 e i 16 minuti, ideale per risotti, conosciuto nelle varianti Ribe e Venezia, riso semifino, i cui chicchi sono rotondi e di media lunghezza, cottura consigliata fra i 13 e i 15 minuti, ottimo per antipasti o da preferire in bianco, fra i migliori il Vialone nano.

C’è, poi, il riso superfino che si riconosce dai chicchi grossi e lunghi, il più noto nelle varianti Carnaroli e Arborio, che eccelle in ogni pietanza e si spinge a cotture di 18 minuti senza scuocere. Infine, si può trovare in commercio il riso comune tondo, che ha sempre chicchi tondi ma più lunghi del tipo precedenti, cottura massima di un quarto d’ora, usato prevalentemente per zuppe ispirate alla tradizione. Per una scelta mirata della pentola si può dare un’occhiata ai migliori cuociriso in acciaio del 2020.